Neonati e cani, il giusto approccio

Arriva un neonato… Come reagirà il cane?

L’arrivo di un bimbo è sempre una grande gioia, ancora di più se condivisa con i propri cani. Molte persone giustamente si chiedono come possa procedere questa convivenza e alcune, purtroppo poco informate, si spaventano all’idea che un cane possa convivere con un neonato e pensano di non potercela fare.

In realtà se si usano le giuste accortezze e si conosce bene il proprio cane si possono attuare degli accorgimenti per vivere in serenità.

Come gestire neonato e cane

Importante è cercare di non stressare troppo il cane in questo grande cambiamento che coinvolge tutta la famiglia. Innanzitutto è utile mediare le prime annusatine del cane al bambino, facendogli capire che ciò che sta conoscendo attraverso l’olfatto è positivo, oltre a condividere, per quanto sia possibile, gli stessi spazi di prima.

Cercare di dedicare al cane del tempo e dello svago e rassicurarlo quando il neonato piange. Alcuni cani infatti sembrano andare in ansia al suono del pianto. Bisogna quindi offrire al cane degli spazi dove può appartarsi e stare tranquillo.

Fare attenzione anche all’uso di carrozzine, passeggini, ecc. con cui il cane ha bisogno di prendere familiarità. 

L’interazione ovviamente va sempre mediata dal genitore per la sicurezza del piccolo. Al cane dovrà essere permesso di rimanere vicino alla mamma mentre accudisce il bimbo, premiandolo per il suo comportamento calmo.

Si aumenteranno così le interazioni positive mentre il bambino è presente, ma si dovrà sempre controllare che non aumenti troppo l’eccitazione: può essere un segnale di pericolo. 

Inoltre fondamentale è vivere questo periodo con serenità per non trasmettere né al bimbo né al cane ansia e preoccupazione. In questo modo entrambi avranno la possibilità di iniziare a gettare le basi di quel magico legame che può esserci tra un bambino ed il proprio cane! 

Sara